Tra le pagine di: Eremiti di Espedita Fisher

Ci sono libri meravigliosi, in grado di portare la mente, ma soprattutto il cuore, verso la giusta direzione. Questo è il caso di Eremiti di Espedita Fisher, autrice che ho scoperto grazie al libro “Io sarò l’amore” dedicato alle suore di clausura ma, soprattutto, alle loro vite ed alla loro vocazione. Ho fatto un po’ di fatica a trovare il libro ma, alla fine, ordinandolo mi è arrivato proprio in tempo per il mini viaggio programmato per Capodanno a Genova.

E se leggendo Io sarò l’amore avrei davvero voluto intraprendere la via della clausura, poiché le protagoniste delle storie raccontavano l’Amore per Dio e Gesù come non mi era mai capitato di leggere né di sentire, durante la lettura di Eremiti ho sentito davvero il desiderio di avvicinarmi a questo mondo, di abbandonare ciò che ho intorno per ritrovare un po’ di Pace, anche se poi nel libro si capisce come non serva necessariamente lasciare la vita alle spalle per avvicinarsi a Dio.

Il testo è così bello e profondo in quanto toglie tutti quelli che potevano essere i preconcetti legati all’eremita. Non si tratta di uomini e donne che rifiutano la società per egoismo, ma di persone che dedicano le proprie giornate non solo alla fede ma anche agli altri. La generosità, l’Amore, sono gli elementi che accomunano tutti coloro che vengono presentati nel libro.

Da chi si trova in alta montagna, a chi rimane nella città pur mantenendo l’atteggiamento dell’eremita, sono davvero moltissimi gli spunti di riflessione che il testo offre. Ci fa capire come anche nella nostra vita “normale” sia possibile, anzi NECESSARIO, ricavare il tempo per essere un po’ eremiti e per entrare in contatto con Dio, con noi stessi e con la spiritualità. Per spogliarci di ciò che ci appesantisce e ritrovare il nostro D.io autentico.

Non ci sono solo storie di eremiti cristiani, ma coloro che hanno intrapreso questa via appartengono a tutte e a nessuna religione. Perché nella riflessione si arriva a capire come Dio sia dentro di noi, sia parte di noi stessi. “Io sono Te” si legge nel libro, ed è proprio così.

E se poi si aggiunge la capacità di Espedita di raccontare le testimonianze non solo in modo interessante, ma intervallandole con spaccati di vita divertenti e vicini alla nostra quotidianità, non si può non consigliare la lettura di questo libro che è davvero una ventata di aria pura, di ossigeno. Fa respirare il profumo dell’autenticità che gli stessi eremiti spandono e che chi li avvicina può assaggiare.

Ora attendo di “rintracciare” anche il suo primo libro per poterlo leggere e abbeverarmi ancora con la bellezza delle storie di “Clausura“.

DATI DEL LIBRO

Titolo: Eremiti
Autore: Espedita Fisher
Editore: Castelvecchi
Numero Pagine: 287

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

Leave a Reply

*